Salta al contenuto principale

Indagine dei rimborsi alla Regione
Viti e Simometti condannati a risarcire il danno

Basilicata

Tempo di lettura: 
0 minuti 54 secondi

POTENZA - La Corte dei Conti ha condannato due ex consiglieri regionali - Emilia Simonetti (Prc) e Vincenzo Viti (Pd) - a «risarcire il danno prodotto alla Regione Basilicata» nell’ambito dell’inchiesta sulle spese di rappresentanza dei componenti dell’assemblea.

Nei dattagli i giudici della Corte dei conti hanno condannato Emilia Simonetti al pagamento di 3.361 euro e Vincenzo Viti a 4.943 euro, oltre alle spese processuali.

L'indagine, come è noto, riguarda la documentazione presentata da ciascun consigliere regionale nel corso dell’ottava legislatura (annualità 2009 e 2010), per i rimborsi ottenuti in base alle spese di rappresentanza.

Dall’esame di tutti i documenti acquisiti dai magistrati - è scritto nella sentenza, che riguarda uno stralcio di un’inchiesta più ampia - è emerso «un diffuso malcostume da parte di numerosi consiglieri regionali,consistito nell’utilizzo delle spese di rappresentanza per ottenere un illegittimo  rimborso di ingiustificate spese, principalmente di vitto edalloggio, con conseguente configurabilità di un danno complessivo per le finanze della Regione, per un ammontare di 323.080 euro».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?