Salta al contenuto principale

Potenza, dopo Natale e Capodanno
De Luca spera nella giunta dell'Epifania

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 40 secondi

POTENZA - Si aprono nuovi spiragli per la soluzione politica del caso Potenza. Dopo il fallimento della Giunta di Natale e, subito dopo (per i pochi che ci avevano sperato) di quella di Capodanno, potrebbe essere l’Epifania la volta buona. Ci spera il sindaco Dario De Luca che, contattato telefonicamente ieri pomeriggio dal Quotidiano, si è detto ottimista sulla possibilità di chiudere l’esecutivo delle larghe intese in questi primi giorni del 2016. Come frutto delle nuove interlocuzioni che il primo cittadino sta tenendo in queste ore: pressing sui vertici del Partito democratico per ricomporre le divisioni interne che fino a questo momento hanno determinato lo stallo. Escluso, quindi, per ora, un “atto di forza” da parte di De Luca che prescinda dell’accordo in casa Dem. Bilancino alla mano il sindaco è ancora al lavoro per definire una soluzione che non scontenti nessuno.
Da quello che si apprende in via ufficiosa, starebbe lavorando soprattutto a quella che al momento appare la strada più percorribile e in grado di mettere d’accordo l’area renziana con quella Speranza: convincendo il presidente del Consiglio, Luigi Petrone, ad accettare l’ingresso in Giunta e la nomina a vicesindaco. Al suo posto, alla presidenza del Consiglio comunale, andrebbe Roberto Falotico. Soluzione fino a ora non troppo gradita al candidato sindaco Dem delle ultime elezioni amministrative, che vorrebbe essere confermato nel suo ruolo attuale. Eppure, se tutte le altre strade si rivelassero impercorribili, questa rimarrebbe una delle poche possibili.
Dagli speranziani, infatti, era arrivata la netta bocciatura delle altre due proposte in ballo. La prima: lasciare la presidenza del Consiglio a Petrone, con un renziano (il nome è sempre quello di Roberto Falotico) come numero due del primo cittadino. L’altra: confermare Petrone e “congelare” la nomina di vicesindaco, lasciando la carica (ma solo per il momento) all’attuale vice di De Luca Gerardo Bellettieri. Soluzione che però mortificherebbe le aspirazioni dell’ex segretario cittadino, Giampiero Iudicello.
Dunque, il terreno più fertile su cui provare a lavorare sarebbe proprio quello che vedrebbe l’ingresso in Giunta di Luigi Petrone.
Resta questo l’unico ostacolo alla chiusura dell’operazione che fino a ora ha fatto registrare solo dei nulla di fatto. Per il resto la nuova squadra che dovrebbe accompagnare la nuova fase dell’amministrazione De Luca è ormai definita.
I nomi sono gli stessi che girano da giorni. Con una sola correzione nella corrente renziana: appare sempre più probabile il “sacrificio” di Alessandra Sagarese (vicina al senatore Salvatore Margiotta) a favore della consigliera di area De Filippo, Carmen Celi. Sempre in area Renzi, sono confermati invece i nomi di Donatella Cutro e Roberto Falotico. In quota Speranza, invece, si scaldano ai box Giampiero Iudicello e Sergio Potenza. Per il centrodestra, certa la conferma degli attuali assessori Gerardo Bellettieri, Rocco Coviello, Leonardo Cuoco e Luigi Vergari. A Palazzo di Città c’è una certa sensazione positiva: la fumata bianca finalmente potrebbe arrivare nei prossimi giorni, prima che alla Befana non rimanga che consegnare a tutti solo cenere e carbone.

m.labanca@luedi.it

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?