Salta al contenuto principale

LUCANO DELL'ANNO 2017 | Anche Emma Bonino e Mina Welby a sostegno di Bolognetti

Basilicata
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
L'attivista Maurizio Bolognetti
Tempo di lettura: 
2 minuti 55 secondi

«Concorso Quotidiano del Sud: Noi Votiamo Bolognetti personaggio Lucano dell'anno»: è il titolo dell'appello che alcuni esponenti radicali e della società civile lucana e non hanno sottoscritto a sostegno del segretario dei Radicali Lucani.

 «Perché scegliere Maurizio Bolognetti come personaggio lucano per il 2017? Per le sue battaglie ecologiste – si legge nell'appello – a tutela della salute e dell'ambiente; per il suo lavoro di denuncia e documentazione su quelli che ha definito "I veleni industriali e politici della Basilicata"; perché Maurizio si batte da sempre per affermare l'einaudiano e sacrosanto diritto di tutti e di ciascuno a poter conoscere per deliberare; per le lotte in difesa dello Stato di diritto, dei diritti umani e civili, della democrazia.  Perché in una terra difficile, quella lucana, si è battuto e si batte per chiedere alle Istituzioni di rispettare la loro propria legalità, la Legge, la Costituzione, il Diritto, i Diritti.  Noi votiamo Bolognetti perché il suo incessante operato rappresenta una boccata d’ossigeno in una terra in cui le multinazionali dell'oro nero hanno inquinato e inquinano aria, terra e acqua.  Maurizio Bolognetti racconta i fatti, quelli descritti sulle carte intestate, e i misfatti di quella che lui ha ribattezzato la “Basilicata Saudita”. Con le sue inchieste ha gridato e preteso Verità e Diritto alla Conoscenza. Da sempre, la sua è una battaglia di tutti e per tutti a poter conoscere per deliberare; una battaglia che non è solo sua, che dovrebbe essergli riconosciuta. Noi votiamo Bolognetti lucano dell'anno perché in una terra dove il petrolio “inquina più le coscienze che l’ambiente” – come lui da sempre ripete – nessun altro è capace di creare un ponte tra Aurelio Peccei e il Santo Padre Francesco,  Francesco Mario Pagano e Leonardo Sciascia, Ernesto Rossi e Carlo Rosselli. Noi votiamo Bolognetti perché pratica la strada della lotta nonviolenta, del dialogo e del confronto, nel costante tentativo di con-vincere, che sta per vincere con e non contro qualcuno o qualcosa».

  1. Filomena Gallo, Segretaria dell'Associazione Luca Coscioni
  2. Emma Bonino, già Ministro degli Esteri e Commissario Europeo
  3. Marco Cappato, Tesoriere dell'Associazione Luca Coscioni
  4. Sergio Tanzarella, Ordinario di Storia della Chiesa presso la Facoltà Teologica dell'Italia Meridionale
  5. Egidia Bruno, Attrice
  6. Ferdinando Laghi, Medico e Presidente dell'Associazione Solidarietà e Partecipazione
  7. Padre Carlo Maria Veronesi, giornalista collaboratore di Radio Pace
  8. Antonella Casu, membro della Presidenza del Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito
  9. Ottorino Arbia, Presidente Arci Basilicata
  10. Mina Welby, copresidente Associazione Coscioni
  11. Nicola Benedetto, Assessore regionale infrastrutture e mobilità
  12. Federico Tantillo, editore Reality Book
  13. Cristiana Pugliese, giornalista
  14. Andrea Spinelli Barrile, giornalista
  15. Mario Bochicchio, vignettista e giornalista
  16. Luciano Manna, responsabile documentazione Peacelink
  17. Marialaura Garripoli, attivista Associazione Radicali Lucani
  18. Gaetano Bonomi, già Sostituto Procuratore Generale presso la Corte d'Appello di Potenza
  19. Egidio Giordano, Medico
  20. Antonio Cerrone, membro della Presidenza del Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito
  21. Marco Perduca, già senatore e membro dell'Associazione Luca Coscioni
  22. Maria Antonietta Ciminelli, Tesoriera Associazione Radicali Lucani
  23. Carlo Giordano, Direzione Radicali Lucani
  24. Gennaro Romano, militante del Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito
  25. Rocco Berardo, avvocato, membro di Giunta dell'Associazione Luca Coscioni
  26. Agostino Di Pierri, attivista Associazione Radicali Lucani
  27. Emanuele De Gasperis, veterinario, Presidente dell'Associazione Kyros
  28. Giulio Cainarca, redattore Radio Padania
  29. Rosanna Ennico, casalinga e ambientalista
  30. Michele Latorraca, Segretario dell'Associazione radicale Pier Paolo Pasolini
  31. Giuseppe Natale, libero professionista
  32. Francesco Di Paola, avvocato, membro di Giunta dell'Associazione Coscioni
  33. Paolo Sinisgalli, giornalista pubblicista
  34. Romano Scozzafava, già ordinario di calcolo delle probabilità presso l'Università la Sapienza
  35. Giulia Viggiani, Presidente Associazione SottoIlCastello
  36. Claudio Sole, redattore Basilicata Notizie

 

 

 

Qui per votare http://www.quotidianodelsud.it/basilicata/societa-cultura/2017/12/14/luc...

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?