Salta al contenuto principale

Biotestamento, questo sconosciuto: in Basilicata a rilento la legge sul «fine vita»

Basilicata
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 35 secondi

POTENZA – L’entrata in vigore della legge cosiddetta sul «fine vita» procede a rilento in Basilicata. Secondo quanto si è appreso, il registro che la legge prevede sia aperto nei Comuni non è ancora disponibile a Matera, mentre non si sono avute notizie relativamente al Comune di Potenza.

Alla fine dello scorso mese di dicembre, comunque, il consiglio provinciale di Potenza ha approvato all’unanimità una convenzione con il consiglio notarile Distretti riuniti di Potenza, Lagonegro, Melfi e Sala Consilina per l’istituzione di un «Registro delle dichiarazioni anticipate di trattamento in previsione di una futura perdita della capacità di intendere e di volere».

Lo stesso ente provinciale ha sottolineato di essere una delle prime istituzioni ad adottare il registro.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?