Salta al contenuto principale

Non solo Aglianico: anche la Doc Matera nel weekend di Cantine Aperte 2018

Basilicata
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 29 secondi

POTENZA - "Siamo appena rientrati dal Vinitaly, dove il sistema del #BereBasilicata ha riscosso ampio successo proprio per la capacità di narrare insieme i suoi territori e i suoi vini, coinvolgendo tutte le Doc, forse per la prima volta. E’ tempo di rilanciare anche l’enoturismo, portando gli appassionati del buon bere a visitare la nostra terra e le nostre eccellenze”. Lo comunica l’assessore regionale alle Politiche Agricole e Forestali, Luca Braia.

"Nella convinzione che l'enoturismo possa davvero rappresentare, come accade in altre regioni - prosegue l’assessore   - un traino per il comparto vitivinicolo e per tutte le aziende, oltre che strumento di promozione e valorizzazione, abbiamo sollecitato come Dipartimento Agricoltura tutti i produttori lucani ad aderire alle iniziative di Cantine Aperte 2018, il più importante evento di promozione di settore in Italia, dedicato agli amanti del connubio vino e turismo, nonché del legame tra cultura e sapori, che si svolge nell’ultimo fine settimana di maggio. Lavoreremo con i nuovi Gal, non appena saranno operativi, per la realizzazione delle Vie del Vino di Basilicata, tracciando veri e propri itinerari turistici. Cantine Aperte è un percorso - conclude Braia - che ci auspichiamo prenda sempre più piede anche in Basilicata, unendo la capacità di accoglienza e la passione dei nostri produttori con momenti di degustazione e assaggio dei vini, che potranno essere acquistati direttamente in azienda, scoperta dell'arte della vinificazione e della produzione, degustazioni enogastronomiche con le tipicità territoriali in cantina, visite ai tesori paesaggistici della nostra zone".

Il 26 e 27 maggio prossimi prendono avvio le attività del Movimento Turismo del Vino, la cui presidente in Basilicata è Filomena Ruppi (una delle dieci donne che stanno rendendo il vino lucano famoso in Italia e non solo), con una manifestazione che si svolge contestualmente in tutte le regioni d’Italia, a cui seguiranno poi gli appuntamenti di Calice di Stelle e di Cantine per Natale.

Un fine settimana per gli appassionati del vino che vede una buona partecipazione di cantine (circa 1000 in Italia associate al Movimento Turismo del Vino) che apriranno le porte per promuovere da una parte la cultura del vino di qualità, ecosostenibile e nel rispetto del giusto equilibrio tra innovazione e tradizione, dall’altra la conoscenza delle ricchezze culturali, storiche e paesaggistiche oltre che enogastronomiche delle regioni d'Italia. L’enoturismo è arrivato in Italia a produrre un fatturato di oltre 2,5 miliardi di euro.

La sollecitazione e lo sprone a partecipare consente, quest’anno, anche alla Basilicata di avere un bel programma di cantine aperte il 26 e 27 maggio, sia nel Vulture ma anche con la Matera Doc. 

Queste le aziende che sarà possibile visitare sabato 26 e domenica 27 maggio:

Azienda Vitivinicola Barrifarano (Nova Siri), Cantina il Passo (Barile), Cantine del Notaio (Rionero), Casa Vinicola Armando Martino (Rionero), Cantine Strapellum (Rionero) Azienda Agricola Elena Fucci (Barile).

Domenica 27 maggio si aggiungono anche le cantine Terra dei Re (Rionero), Cantina di Venosa (Venosa), Cantine Re Manfredi (Venosa).

Qui la mappa con il percorso lucano di Cantine Aperte 2018 e la loro localizzazione.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?