Salta al contenuto principale

Giovane lucano si diploma professionista di sala alla scuola di Gualtiero Marchesi dopo lo stage da Vissani

Basilicata
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Vittorio Sofia (al centro) con il diploma di professionista di sala rilasciato da Alma, la Scuola Internazionale di Cucina Italiana fondata nel 2004 da Gualtiero Marchesi
Tempo di lettura: 
1 minuto 13 secondi

MISSANELLO (PZ) – Vittorio Sofia, 19 anni, di Missanello (Potenza), si è diplomato Professionista di Sala, insieme con altri 20 ragazzi provenienti da tutta Italia. Sofia ha svolto il periodo di stage a Baschi (Terni), presso il Ristorante due stelle Michelin "Vissani", dello chef Gianfranco Vissani. Ne dà notizia Alma - La Scuola Internazionale di Cucina Italiana, fondata nel 2004 da Gualtiero Marchesi. 

Uno dei tratti distintivi del corso superiore di Sala, Bar e Sommellerie è rappresentato proprio dalla possibilità di svolgere il tirocinio formativo in strutture di grande prestigio, affiancando maître considerati tra i migliori maestri al mondo nell’arte dell’accoglienza: tra le destinazioni di stage, spiccano ben nove ristoranti tre stelle Michelin. 

Come spiega Andrea Sinigaglia, direttore generale di Alma, "il Corso Superiore di Sala, Bar e Sommellerie rappresenta una perla nella variegata offerta didattica di Alma. La nostra idea è stata quella di nobilitare la professione dell'addetto al servizio di sala, campo in cui l’Italia vanta una tradizione di eccellenza. Rispondendo a un’esigenza del mercato: non dimentichiamo che proprio in questi giorni, presentando l’analisi Excelsior-Unioncamere, la FIPE - Federazione Italiana Pubblici Esercizi ha lanciato l’allarme sulla disponibilità di personale qualificato. Se si considera il trimestre giugno-agosto, all’appello mancano oltre 27.000 addetti di sala. Nonostante questi dati, in ALMA vi è una controtendenza, per noi infatti è motivo di orgoglio sapere che tutti i diplomati delle prime sei edizioni del Corso Superiore di Sala siano occupati e lavorino in strutture di grande prestigio". 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?