Salta al contenuto principale

La domenica delle lucane
Copertina al derby di Lega Pro

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 32 secondi

E' la domenica del derby lucano nel girone C di Lega Pro. Al "XXI Settembre - Franco Salerno" si trovano di fronte Matera e Melfi. Ai biancazzurri di Auteri serve vincere per difendere, a 180' dal termine, il prezioso piazzamento playoff che gli consentirebbe di coltivare il sogno Serie B. Il Melfi, già salvo ma tutt'altro che in vacanza, vuole proseguire la striscia di buoni risultati che l'ha portato al nono posto. Mantenere questo piazzamento garantirebbe ai gialloverdi l'accesso al tabellone principale di Tim Cup, una bella soddisfazione per la società e i tifosi federiciani. 

Anche in D è di scena il penultimo turno di campionato. Il Potenza si congeda dal Viviani (in attesa dei playoff) ospitando la Cavese guidata in panchina dall'ex di turno Massimo Agovino. Per i rossoblù di Giacomarro, reduci da una settimana caotica con la contestazione di parte dei tifosi alla società, l'obiettivo è conquistare i tre punti per cercare il miglior piazzamento possibile in ottica playoff. Il secondo posto è aritmeticamente ancora raggiungibile, a due punti dal Taranto. Dopo il triplice fischio finale si tornerà ad aprire la questione societaria, anche con la presenza del presidente Notaristefani atteso allo stadio. La prossima settimana potrebbe essere quella buona per l'incontro tra il commercialista di Martina e il gruppo di imprenditori potentini interessati ad allargare la società, rappresentati da Genì Donofrio e da Michele Cannizzaro. 

Per il Francavilla potrebbe arrivare a Sarno la salvezza matematica, con i sinnici ad oggi a più dieci rispetto alla Scafatese terzultima forza del girone. Lazic dovrà schierare una formazione rimaneggiata per infortuni e squalifiche. Al cospetto di una Sarnese ormai tranquilla a metà classifica, è importante per i sinnici conquistare almeno un punto per poi chiudere i conti eventualmente tra sette giorni contro il Gallipoli.

Twitter @quotidianoweb

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?