Salta al contenuto principale

"Questa Bawer ci farà divertire"
Partito il ritiro in attesa dell'arrivo di Okoye

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 52 secondi

«In un campionato nuovo e viste le nostre ambizioni siamo andati anche al di là di quanto ci eravamo prefissati. Saremo in grado di competere con tutti e di divertirci». Il presidente dell’Olimpia Bawer, Pasquale Lorusso è convinto della bontà del lavoro svolto nella costruzione della nuova squadra che si è radunata agli ordini del coach Giulio Cadeo. La Bawer conta su un roster completamente rinnovato che mette insieme giovani ma anche uomini di esperienza come Hubalek e Guarino. L’ultimo arrivato Okoye arriverà in città solo ai primi di settembre una volta concluso il torneo continentale africano con la Nazionale nigeriana. Un appuntamento che si terrà dal 20 al 31 di agosto in Tunisia.

«Il nostro obiettivo per quest’anno è la salvezza, anche perchè si tratta di un campionato nuovo con molte squadre che sono ben attrezzate, io spero in una squadra unita che sappia ben integrarsi e segua i consigli provenienti dall’allenatore. Alcuni giocatori sono già conosciuti anche perchè hanno calcato, seppur da avversari, il nostro parquet, sono convinto che potremo toglierci delle soddisfazioni e fare la nostra parte come un gruppo assolutamente competitivo». Quanto alla risposta del pubblico attraverso gli abbonamenti Lorusso ammette: «non siamo ancora arrivati nel vivo ma credo che abbiamo già tagliato il traguardo delle 250 tessere. Da parte nostra abbiamo fatto il massimo per andare incontro alle esigenze dei tifosi riducendo i prezzi dei biglietti. L’avvio di torneo? Sono fiducioso che questo gruppo possa ottenere sin da subito buoni riscontri anche se il calendario non è dei più semplici».

Infine la questione PalaSassi: «nei giorni scorsi abbiamo fatto un sopralluogo con l’assessore Amenta ed alcuni tecnici del Comune, servono interventi come luci e pitturazione di alcuni spogliatoi entro il 4 ottobre che comincerà il campionato. Poi servirà adeguare a 2000 dagli attuali 1800 gli spalti del PalaSassi per poter giocare play off o play out a Matera. Lì non ci sarebbe deroga prevista. Abbiamo avuto riscontri di ampia disponibilità. Avremo una struttura pronta per il 4 ottobre e poi penseremo all’adeguamento da completare prima della fine dell’anno sportivo».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?