Salta al contenuto principale

D'Agostino al Matera, Lescano al Melfi
Il mercato delle lucane si chiude senza il botto

Basilicata

Chiudi

Stefano D'Agostino (www.latina24ore.it)

Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 25 secondi

Non arriva il colpo da copertina nell'ultima giornata di trattative milanesi. Le lucane di Lega Pro concludono operazioni di rifinitura lasciandosi aperta la porta sul mercato degli svincolati. Il Matera, fallito l'assalto a Callil, resiste al corteggiamento di diversi club di B (si tutti il Vicenza) per il gioiellino Carretta e regala a Dionigi un attaccante di prospettiva: Stefano D'Agostino (1992), svincolato dal Teramo, arriva in biancazzurro dopo l'ultima fantastica stagione tra Terracina e Fondi in D (26 gol realizzati, 22 da dicembre). Cresciuto nelle giovanili della Sampdoria, è stato soffiato alla concorrenza dell'Ascoli che gli avrebbe offerto la ribalta della serie B. In uscita il giovane difensore Salcone (1997) che va al Bisceglie in D.

Il Melfi ha chiuso l'ingaggio in prestito dal Torino dell'attaccante argentino Facundo Lescano (1996), protagonista dell'ultimo scudetto Primavera conquistato dal club del presidente Cairo. Lescano, che ha già esordito in prima squadra con Ventura, arriva in Basilicata dopo il rifiuto da parte del Torino di un'offerta del Reading (Championship inglese) che avrebbe voluto rilevarlo a titolo definitivo. Non arriva il tanto atteso centrocampista, pratica che verrà sbrigata attingendo agli svincolati. Il ds Riccardo Di Bari ha il compito di mettere a disposizione dei tecnici Palumbo e Delvecchio un incontrista collaudato per la categoria. Stesso discorso per l'attacco: l'ultimo innesto potrebbe essere quello del francese Arnaud (1987, ex Psg), già aggregato in prova, che deve però abbassare le pretese economiche. Passa invece al Grosseto il giovane centrocampista Lorenzo Libutti (1997), al quale il club offre la possibilità di fare esperienza in D dove gli under devono necessariamente trovare spazio in campo. In Toscana, alla corte del tecnico Giacomarro, trova un'ampia colonia lucana (Lauria, Vaccaro, Murano, il secondo allenatore Tramutola). 

Twitter @pietroscogna

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?