Salta al contenuto principale

Cupparo chiede di più al Francavilla
e inizia a pensare al mercato

Basilicata

Chiudi

La formazione del Francavilla scesa in campo contro l'Aprilia (foto S.S.)

Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 24 secondi

L’amarezza per il pareggio contro l’Aprilia è ancora tanta, ma ora bisogna subito voltare pagina a cominciare dalla prossima trasferta a San Severo. Il patron Cupparo è voluto intervenuto telefonicamente nella serata di lunedì su Radio Carina, durante la diretta radiofonica della trasmissione “Area di rigore”, per analizzare lo stop interno dei suoi e con uno sguardo già al mercato di dicembre che potrebbe regalare qualche colpo in casa sinnica. “Abbiamo dimostrato di essere una squadra normale – commenta il massimo dirigente rossoblù – io lo sostengo dall’inizio del campionato anche quando venivamo da prestazioni esaltanti costellate da goleade ai danni delle squadre che affrontavamo. Sapevo che potevamo incorrere in uno scivolone del genere, indipendentemente dall’avversario che come abbiamo visto ha fatto le barricate. Non mi è piaciuto l’approccio mentale dei calciatori, eravamo troppo rilassati e ogni volta che sbagliavamo un’occasione da gol il nostro livello di attenzione diminuiva e questo non puoi permettertelo in Serie D. Nel secondo tempo poi siamo stati anche fortunati perché se Paruzza centrava la porta potevamo anche perdere".

Ancora una volta i rossoblù hanno dovuto giocare senza Sekkoum, un’assenza che inizia a pesare soprattutto in partite come quella contro i laziali, dove una sua giocata da calcio da fermo poteva sicuramente sbloccare l’incontro.”Non attribuirei questo risultato alla mancanza di Sekkoum, anche se è chiaro che la sua assenza si sente eccome. E’ un calciatore fondamentale per noi che fa parte di una rosa non lunghissima e quindi quando c’è fa sempre la differenza. Chi sta giocando al suo posto però sta facendo molto bene, nonostante sia un giovane come Cavaliere, mentre Marino sta egregiamente adattandosi al ruolo di uomo davanti alla difesa”.

Il patron sinnico ha accennato alla rosa corta e, con il mercato di dicembre che è alle porte, non è un mistero che il Francavilla interverrà per prendere un attaccante e tra i papabili c’è Lorenzo Cinque, attualmente in forza ai corregionali del Potenza. ”Si certo noi stiamo cercando un attaccante – conclude il presidente Cupparo – ma non perché siamo insoddisfatti o perché vogliamo fare proclami di vittorie o quant’altro, ma soltanto perché ci rendiamo conto che avendo in organico solo Aleksic e Pisani se ci viene a mancare uno dei due non abbiamo un calciatore in avanti che possa reggere da solo il peso dell’attacco. Su Cinque ancora non c’è stato niente, sicuramente è un calciatore molto forte e l’anno scorso sono stato molto impressionato dal suo modo di giocare. Ha velocità, gioco aereo ed è molto bravo tecnicamente, però che sia lui o qualcun altro noi ancora non stiamo ragionando sui possibili nomi”.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?