Salta al contenuto principale

Oretti al Nardò, tante le trattative
Il punto sul mercato del Potenza

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 22 secondi

LA telenovela Oretti si chiude senza sorprese. Il centrocampista si trasferisce al Nardò dopo il blitz del presidente Fanuli che nella sostanza è venuto a prenderselo al Viviani (come testimonia la foto). E’ l’unico movimento ufficiale che abbiamo registrato nella giornata di ieri, in attesa di capire quali frutti raccoglierà il Potenza entro le 19 di questo pomeriggio. La semina è avvenuta su più fronti. Il buco a centrocampo può essere colmato con l’arrivo di Giannusa da Lamezia (in tarda serata era in sede per discutere lo svincolo), ma si è riaperta in extremis anche la pista Lanzillotta. Il centrocampista del Nardò ha ottenuto il via libera per accasarsi altrove e potrebbe quindi arrivare a Potenza in una sorta di scambio indiretto con lo stesso Oretti. A centrocampo Marra vorrebbe anche un under: il ds Flammia resta attivo su Lucchese del Campobasso (‘96), ma non sarà semplice in queste ore farlo liberare. La dirigenza rossoblù ha anche ricevuto l’offerta della Sambenedettese per Navas (‘97), ma l’idea è quella di non lasciarlo andar via.

IN DIFESA Procedendo a ritroso, Marra ha chiesto anche un difensore centrale. Manzo è andato alla Vibonese, Carrieri è troppo simile a Posillipo (entrambi mancini), i profili più interessanti restano quelli di Catacchini (1984, ex Forlì) e Ferrani del Campobasso, che però ha sparato alto al primo approccio. Se in entrata non si dovesse concludere nulla si resta così, altrimenti parte Campanella.

IN ATTACCO Saltato Morini, servono un esterno e una prima punta. Sul primo fronte il Potenza ha appuntamento in mattinata con Loris Palazzo: è in uscita dal Bisceglie e piace a Marra per la capacità di adattarsi anche da seconda punta. Da non escludere anche un tentativo con Comini (Serpentara) che è però in parola con il Chieti. Nella serata di ieri il ds Flammia e il presidente Vangone hanno incontrato a Salerno il procuratore di Umberto Improta, che il Taranto potrebbe liberare insieme a Gennaro Esposito dopo l’arrivo di Scalzone dall’Agropoli. Improta ovviamente sarebbe in alternativa a Comini o Palazzo, mentre Esposito rappresenta la prima scelta per la casella di punta centrale. Marra cerca un giocatore che abbia chili e centimetri per difendere il pallone, profilo perfetto per il napoletano che però piace anche al Rende. Il club calabrese sembra al momento in vantaggio. Il piano B porta al nome di Fabio De Luca (1981), che lascia la Gelbison dopo aver condiviso nella passata stagione l’avventura di Aversa proprio con Marra. Non gli dispiacerebbe tornare con un allenatore che l’ha saputo valorizzare.

SI DISCUTE Chi era presente ieri al Viviani racconta di un acceso confronto tra il consulente di mercato Simone Grillo e i vertici societari. Da verificare eventuali sviluppi.

Twitter @pietroscogna

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?