Salta al contenuto principale

A Matera  la “Carta europea dei diritti delle donne nello sport”

Basilicata
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Manuela Claysset, responsabile politiche di genere Uisp
Tempo di lettura: 
2 minuti 17 secondi

MATERA – Sabato 22 aprile a Matera il primo appuntamento per presentare CartaFumetto, la rielaborazione a fumetti della “Carta Europea dei Diritti delle Donne nello Sport”, realizzata nell’ambito del progetto europeo Enwosp-European Network for Women’s Sport Promotion. 

Il Comitato regionale Uisp di Basilicata – si legge in una nota – presenterà sabato 22 aprile alle ore 18, nella Sala Levi di Palazzo Lanfranchi a Matera, “La Carta europea dei diritti delle donne nello sport” nella versione promossa da Uisp “Unione Italiana Sport per Tutti” attraverso le tavole a fumetti disegnate da Franziska, nome d’arte di Francesca Casano, fumettista di 28 anni che ha reinterpretato i contenuti dei sei articoli della Carta. 

L’iniziativa, realizzata in collaborazione con le associazioni “RisVolta” e “Collettivodonnematera” sarà anche un momento di confronto «da un lato, per mantenere viva la memoria di una grande associazione come la Uisp, che per prima ha compiuto battaglie per l’affermazione di un sport al femminile in Italia e in Europa – come ha ricordato Vincenzo Manco, presidente nazionale Uisp, in occasione della presentazione della CartaFumetto lo scorso dicembre a Roma -. Dall’altro, per continuare a gridare, come accade per alcune protagoniste di questo fumetto, che il sentiero di uno sport egualitario capace di investire la leadership, la pratica, il trattamento economico, la rappresentanza è ancora impervio e irto di barriere soprattutto culturali. Alla Uisp del futuro che stiamo costruendo, sempre più aperta, inclusiva e solidale, tocca dare il proprio contributo fattivo alla “questione femminile” rimuovendo gli ostacoli che non ne consentono il reale superamento». 

«La Carta dei diritti delle donne nello sport nasce nel 1985 grazie al lavoro e all’impegno delle donne della Uisp – racconta nella presentazione della Carta Manuela Claysset, responsabile politiche di genere Uisp, ospite a Matera nell’occasione –. Nel 1987 la carta diventa un patrimonio della Comunità europea grazie ad una risoluzione dell’assemblea. Per la prima volta si parla di diritto alla pratica sportiva per le donne, di riconoscimento delle donne nelle diverse discipline sportive, di parità di trattamento economico tra atleti uomini e donne, di sponsor, spazi televisivi, ecc. Dagli anni ’80 molto è stato fatto ma ancora non possiamo parlare di parità di genere nello sport. Il progetto Olimpya ci ha permesso nel 2010 di aggiornare quella carta e confrontarci con esigenze e culture diverse, quelle di paesi sempre più multiculturali e polisportivi». 

Oltre alla già menzionata Manuela Claysset, interverranno al dibattito ospiti del mondo dello sport e della comunicazione tra cui: Luisa Rizzitelli, Presidente di Assist Associazione Nazionale Atlete Donne nello Sport; Roberta Miranda, delegato regionale Attività Femminile Figc - Settore Giovanile Scolastico Puglia, Francesca Cristallo, arbitro di pallacanestro e le atlete Alessia D’Oppido e Noemi Montemurro. 

Modererà l’incontro Margherita Agata, giornalista e consigliere nazionale Ussi Unione Stampa Sportiva Italiana. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?