Salta al contenuto principale

Coppa Italia, derby in parità: solo due lampi per Matera-Potenza

Basilicata
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Il tiro di Dellino che ha fatto terminare la partita in pari (foto A. MATTIACCI)
Tempo di lettura: 
2 minuti 50 secondi

MATERA – Due lampi nel botta e risposta in quattro minuti tra Matera e Potenza. Finisce in parità il derby lucano di Coppa Italia giocato ieri al XXI Settembre di Matera (dopo il rinvio per maltempo), antipasto di quello che sarà in campionato. Partita con poche occasioni e a ritmi ridotti. I due portieri quasi completamente inoperosi. Solo nel recupero il Potenza ha due grandissime occasioni con Matino e Franca per portare a casa la vittoria ma non ci riesce. I potentini di Ragno non mettono in mostra la differenza tecnica e soprattutto di condizione. Il Matera soffre solo in poche occasioni, stringe i denti e riesce a trovare soprattutto il pari quando la partita poteva sembrare incanalata a favore dei rossoblù ospiti.
Primi minuti subito favorevoli al Potenza con un paio di palloni in area che non producono nient’altro che qualche brivido. Al 4’ una buona incursione sulla destra di Triarico bloccata da Coccia prima che entrasse in area costituisce la risposta del Matera. Al minuto 11’ un buon cross di Genchi non trova nessuno al centro. La partita vive di qualche lampo ma di poche azioni veramente pericolose. Ci prova anche l’ex di turno Strambelli su punizione dai 25 metri ma la palla termina alta senza impensierire direttamente Ioime.
Si confermano i limiti di questo periodo della stagione, è condizionata dal gran caldo, ritmi sostanzialmente bassi e squadre ancora in rodaggio e lontane da una condizione ottimale che solo le prime sfide di campionato potranno far trasparire. La prima mezzora vola via senza brividi da un lato come dall’altro con il Potenza che prova qualche verticalizzazione in più mentre il Matera cerca il fraseggio soprattutto a destra dove Triarico si mostra certamente tra i più incisivi e convincenti.
Al 31’ buona occasione per Franca che servito da Coccia tutto solo in area mentre si gira perde confidenza con la porta e conclude in maniera imprecisa a lato. Inutile il tentativo di Genchi di deviazione perchè parte da posizione di fuorigioco. Sull’altro fronte è Corado dalla tre quarti campo a provare a sorprendere Breza fuori dai pali con un pallonetto ma la conclusione è imprecisa. Ancora Potenza vicino alla rete al 35’ con Genchi che prende palla solo nel cuore dell’area ma la conclusione quasi a botta sicura viene respinta da un difensore del Matera che evita problemi maggiori.
Al 43’ pt sugli sviluppi di un angolo una conclusione di Corso di controbalzo ma centrale chiama all’intervento semplice Breza.
Nella ripresa la prima azione da segnalare arriva al 10’ st con Coccia che da posizione angolata ma dall’interno dell’area materana costringe Ioime ad una respinta.
Le maglie della formazione biancazzurra si allargano e al 23’ st c’è spazio anche per una serpentina di Genchi che può concludere dal limite dell’area anche se è comoda la parata di Ioime.
Al 26’ st il vantaggio del Potenza con Genchi che sfrutta una torre di Franca per deviare in rete da posizione ravvicinata e battere inesorabilmente Ioime. Al 30’ st però arriva immediata la risposta del Matera che con il neo entrato Dellino sfrutta il cross di Orlando e il tacco di Corado per battere da distanza ravvicinata Breza.
Le emozioni maggiori arrivano nel recupero. Occasionissima al 46’ st per Matino che da pochi passi non riesce a deviare nella porta materana sguarnita su un’incertezza del portiere di casa. E ancora nel recupero Franca ha sui piedi la conclusione vincente ma Ioime ribatte e salva il pari.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?