Salta al contenuto principale

Giovane donna muore dopo l'ecocardiogramma

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 23 secondi

COSENZA - Sarà l’autopsia a chiarire le cause dell’improvvisa morte di una giovane donna di Luzzi, popoloso centro della Media Valle del Crati, avvenuta l’altro ieri presso la Clinica Tricarico di Belvedere Marittimo. Anna Franca Gencarelli, questo il suo nome, era giunta nella stessa giornata di martedì per sottoporsi ad alcuni accertamenti. La donna, 32 anni, sposata e madre di due bambini, era cardiopatica e spesso si recava presso la struttura sanitaria dov’era in cura. L’improvvisa morte della Gencarelli, infatti, da quanto si è appreso, pare sia sopraggiunta dopo essere stata sottoposta a un ecocardiogramma transesofageo. Un esame, eseguito tramite una sonda che emette ultrasuoni e che viene fatta passare per la bocca, la faringe, previo anestesia, fino all'esofago, dalla durata di 20-25 minuti, che indaga meglio la parte posteriore del cuore. Per fare chiarezza sulla morte di Anna Franca Gencarelli, sia per volere dei familiari sia della struttura sanitaria della cittadina dell’alto tirreno cosentino, la Procura della Repubblica di Paola ha disposto l’esame autoptico che sarà eseguito questa mattina presso l’obitorio dell’Ospedale di Cetraro dove la salma è stata trasferita a disposizione, appunto, dell’autorità giudiziaria. Troppo presto, quindi, per parlare di un presunto ennesimo caso di malasanità. Sarà la magistratura, infatti, alla luce dei risultati che emergeranno dall’autopsia ad accertare eventuali responsabilità. La famiglia della sfortunata giovane, intanto, ha nominato quale proprio consulente di parte il medico legale Arcangelo Fonti. La tragica notizia, purtroppo l’ennesima in questo mese che sta ormai finendo e che è stato davvero funesto per la comunità luzzese, è rimbalzata in un baleno, quasi portata dal vento, soffiata dalle onde dello splendido mare della costa tirrenica fino a oltrepassare le rigogliose montagne luzzesi, sconvolgendo parenti, amici e anche chi nemmeno la conosceva. Come si può, infatti, non rimanere insensibili e inermi davanti a una tragedia. Sì, perché la morte improvvisa e inaspettata di Anna Franca Gencarelli tale è stata. Una morte che ha gettato nello sconforto più profondo il marito, i suoi due adorati figlioletti, i genitori. Tutta Luzzi, ma soprattutto la popolosa e vasta zona montana e in particolare la località Baracca dove viveva la brava e solare Anna Franca Gencarelli, è in lutto. Piange una giovane mamma, con tanti sogni che voleva realizzare con la sua famiglia, anche la scuola che frequentano i suoi due piccoli gioielli. Annullata, infatti, la festa dell’amicizia e della solidarietà in programma per ieri nel plesso di Timparello. La sua gente adesso si appresta a dargli l’ultimo saluto. Il feretro, proveniente da Cetraro, è atteso per i funerali che dovrebbero svolgersi con ogni probabilità domani, alle 11, nell’Abbazia Cistercense della Sambucina. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?