Salta al contenuto principale

Acqua e Tav, le associazioni puntano il dito contro il ministro Clini

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 51 secondi

Una cinquantina di persone hanno manifestato a Cosenza contro l’atteggiamento del ministro dell’Ambiente Corrado Clini in materia di acqua pubblica e Tav. I manifestanti, che hanno esposto uno striscione con su scritto "Acqua, Val di Susa, Stretto di Messina, no alla politica assassina", aderiscono alla Rete per la difesa del territorio Franco Nisticò che raggruppa varie associazioni ambientaliste e hanno manifestato davanti al canile cosentino di Donnici che ieri è stato inaugurato proprio alla presenza di Clini e dell’ex ministro Michela Vittoria Brambilla.  «Clini – ha detto uno dei manifestanti – non sta facendo niente per dare seguito al referendum del giugno scorso sull'acqua e sulla diminuzione delle tariffe. Nel corso di un incontro svoltosi al ministero a Roma nel febbraio scorso con il Forum movimento acqua aveva detto che si sarebbe attivato ed invece niente». I manifestanti hanno anche preparato una lettera da consegnare al ministro in cui illustrano la loro posizione sia sulla vicenda dell’acqua che della Tav.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?