Salta al contenuto principale

Muore carbonizzata nel letto per la sigaretta lasciata accesa

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 41 secondi

COSENZA - E' morta carbonizzata nel suo letto, vittima del vizio del fumo dal quale non riusciva proprio a staccarsi. E' accaduto a Roseto Capo Spulico, dove è rimasta uccisa dal fuoco sprigionato dal suo materasso Aurelia Ventura, 82 anni, vedova e senza figli, milanese di origini, residente in Puglia, a Trani e domiciliata nella cittadina in provincia di Cosenza. Secondo la ricostruzione dei Vigili del fuoco, l'incendio si sarebbe sprigionato proprio da una sigaretta lasciata accesa, con l'anziana che tra l'altro era anche semiparalizzata. Il fatto è accaduto in contrada Piano Marina,  in una villetta del villaggio turistico “Borgo Roseto”. L'allarme è stato lanciato da una donna che accudiva l'anziana e che, una volta arrivata nella villetta, ha fatto la macabra scoperta. Sulla tragedia indagano, comunque, i carabinieri della locale stazione

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?