Salta al contenuto principale

Guardia penitenziaria per protesta
sale sul tetto del carcere di Rossano

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 56 secondi

ROSSANO (CS) – Mercoledì sera, nel carcere di Rossano, un appartenente al Corpo di polizia penitenziaria è salito sul tetto dell’edificio e vi è rimasto per qualche ora. Lo rendono noto Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del Sappe, sindacato autonomo di polizia penitenziaria, e Damiano Bellucci, segretario nazionale del sindacato.

L’episodio ha attirato anche l’attenzione dei passanti, considerato che la struttura penitenziaria si trova a ridosso di una strada molto trafficata. Solo dopo una lunga mediazione l’agente ha deciso di scendere. Sembra che la protesta fosse rivolta contro l'Amministrazione penitenziaria. La stessa guardia, già in passato, avrebbe messo in atto altre proteste eclatanti. Dura la presa di posizione dei rappresentanti sindacali: «Considerato - scrivono che sono numerose le segnalazioni di disagio rivolte al Sappe da parte di diversi appartenenti al Corpo di polizia penitenziaria in servizio nel carcere di Rossano, chiediamo al Dipartimento e al Provveditorato regionale di attivare al più presto l’ufficio ispettivo, al fine di verificare la situazione esistente nel carcere rossanese, prima che la situazine possa degenerare ulteriormente».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?