Salta al contenuto principale

Reggio, vuole uccidere la moglie
e assolda un killer: arrestato

Calabria

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 52 secondi

REGGIO CALABRIA – Avrebbe tentato di ingaggiare un killer perchè uccidesse la moglie. Con questa accusa agenti della squadra mobile di Reggio Calabria hanno eseguito un’ordinanza di applicazione di misura cautelare in carcere emessa dal Tribunale della città nei confronti di Michele Porto, 39 anni. L’uomo è accusato, fra l’altro, di atti persecutori, minaccia, ingiuria, percosse e violazione degli obblighi di assistenza familiare nei confronti della donna. Porto, già destinatario di un divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla vittima, avrebbe più volte violato tale disposizione, avvicinandosi arbitrariamente alla moglie, anche assumendo nei suoi confronti un atteggiamento violento. Cosa ancor più grave, avrebbe progettato di assoldare una persona per ucciderla. Quest’ultima, a seguito di perquisizione locale, è stata trovata in possesso della registrazione di una conversazione avvenuta con Porto (effettuata ad insaputa di quest’ultimo) nella quale è emerso l’intento omicida. Porto è stato arrestato e, dopo le formalità di rito, associato alla casa circondariale di Reggio Calabria.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?