Salta al contenuto principale

Piano di bonifica regionale, protestano i sindaci del Tirreno cosentino per l'esclusione

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 57 secondi

COSENZA - I sindaci del Tirreno cosentino, Francesco Tonnara (Amantea), Franco Iacucci (Cleto), Antonio Cuglietta (Serra d’Aiello) e Gioacchino Lorelli (San Pietro in Amantea), hanno reso noto di aver chiesto un incontro  urgente al presidente della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti e all’assessore all’Ambiente Francesco Pugliano per conoscere le «ragioni dell’esclusione della Valle dell’Oliva dal piano della bonifica predisposto dalla Regione».   

«Risulta davvero illogico ed incomprensibile – scrivono i sindaci – come una delle aree più inquinate della Calabria e ad alto rischio – come certificato anche dalla Commissione Ambiente del Parlamento Europeo, recatasi sul posto nello scorso mese di febbraio – venga oggi esclusa dal piano di bonifica. Dissentiamo dalle scelte fatte dal Dipartimento regionale Politiche Ambientali e ribadiamo con fermezza la priorità dell’area del Fiume Oliva ed il diritto alla necessaria bonifica.  Chiediamo, pertanto, un incontro ufficiale – concludono i primi cittadini - al fine di conoscere le ragioni di tale esclusione e quali azioni si intendono avviare, nel breve periodo, per dare attuazione all’ormai improcrastinabile bonifica».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?