Salta al contenuto principale

Prove di riappacificazione nella maggioranza che guida il Comune

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 58 secondi

CROTONE - Prosegue il percorso di riappacificazione all'interno della maggioranza che guida il Comune di Crotone. Nuovi segnali arrivano, infatti, dalla maggioranza di centrosinistra, anche dopo il tanto auspicato incontro-confronto tra il sindaco Peppino, accompagnato nell’occasione dal capogruppo del Pd, Sergio Contarino, e i due partiti che più di tutti avevano manifestato l’esigenze di ritrovarsi intorno ad un tavolo e stabilire cosa fare nel proseguo della consiliatura. E siè trattato di un confronto al vertice, visto che per l’Idv ha partecipato il capogruppo  regionale, Emilio De Masi e il segretario provinciale, Emilio Candigliota ed il capogruppo in consiglio, Mario Megna,  mentre per Sel la delegazione era composta dal segretario del partito, Francesco Barretta, dal consigliere comunale Sergio Iritale e da Antonio Carella.  Nonostante il chiarimento, però, non tutti i nodi della matassa sono stati dipanati, ed è per questo che i tre partiti maggiori, Pd, Idv e Sel, appunto, hanno deciso di reincontrarsi, questa volta con maggiore frequenza, per mettere sul piatto quelli che sono i principali temi riguardanti il futuro della città: l’Ambiente e la bonifica, il porto e l’aeroporto, ma anche la riorganizzazione della macchina amministrativa. 

 “Al sindaco - ha detto a proprosito dell’incontro il capogruppo in consiglio comunale dell’Idv, Mario Megna - abbiamo chiesto per il futuro una maggiore condivisione e una maggiore partecipazione di tutti i partitidella coalizione, perchè da solo, non può andare da nessuna parte. Noi gli staremo al fianco - ha detto ancora Megna - cercando di dare il nostro contributo. Abbiamo stilato una sorta di crono programma in base al quale ci rivedremo con più continuità. Il sindaco, poi - ha proseguito Megna - ha condiviso l’esigenza che quella attuale della giunta sia una fase transitoria e che si arriverà ad una fase due dell’esecutivo, anche se ciò può accadere tra qualche mese oppure tra un anno”. Tradotto dal politichese, il sindaco Vallone avrebbe dato la sua disponibilità ad una maggiore concertazione sui problemi di fondo, ma per il momento, niente rimodulazione della giunta, come, invece, aveva chiesto Italia dei Valori, che ha sempre parlato della necessità di ottenere una maggiore visibilità. Di questo se ne potrà parlare si, ma solo dopo che si affronteranno dei temi più urgenti per la città Ed in effetti, dopo la pausa di Pasqua ci sono diversi appuntamenti di una certa rilevanza che attendono  i partiti. Ad esempio, c’è la questione aeroporto, che sta assumendo connotazioni sempre più politiche, con un doppio appuntamento: il primo  il 12 aprile, con la scadenza dei termini per la cessione delle 40% quote azionarie messe in vendita dalla Camera di commercio, ed il 20 aprile, giorno in cui è stata fissata la prossima assemblea dei soci dello scalo crotonese. All’orizzonte, la guerra tra centro sinistra e centro destra di accaparrarsi una postazione definita strategica, cioè. quella della presidenza della società S. Anna.  Sull’altro fronte, poi, c’è sempre aparta la discussione per il congresso provinciale del Pdl, che dopo la pausa di riflessione pasquale, dovrebbe, finalmente, trovare uno sbocco. 

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?