Salta al contenuto principale

Frana Zumpano, dissequestrata l'area

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 14 secondi

COSENZA - Il gip del tribunale di Cosenza, Enrico Di Dedda, accogliendo la richiesta avanzata dagli avvocati Francesco Chiaia e Salvatore Alfano, ha ordinato questa mattina al pubblico ministero Giuseppe Casciaro e al procuratore aggiunto Domenico Airoma, il dissequestro delle porzioni della struttura Multisala di Zumpano. I relativi sigilli furono apposti dalla Guardia Forestale di Cosenza lo scorso 7 marzo su ordine del Tribunale del Riesame bruzio, presieduto dal giudice Lucia Angela Martella. Il gip Di Dedda ha anche rigettato la richiesta di ulteriore sequestro preventivo, riguardante un'altra porzione di terreno della stessa Multisala, di proprietà della Duel Village Cs Spa. La vicenda giudiziaria ha a che fare con la frana che il marzo del 2011 costrinse alla chiusura il Lidl, attiguo alla Multisala. La Procura ha basato le sue richieste sulla presunta pericolosità dell'area, da ritenersi a rischio frana. Il sequestro del 7 marzo scorso ha interessato due delle cinque sale della moderna struttura, che a questo punto saranno riaperte al pubblico. Secondo il gip non esiste infatti pericolo in ragione dei lavori eseguiti dai responsabili della Multisala e accertati da tre diverse perizie difensive, a opera di due geologici e un ingegnere. Soddisfatti si sono dichiarati gli avvocati Chiaia e Alfano: "Abbiamo sempre ritenuto che la bontà delle opere effettuate dalla SPA - la cui amministrazione, giova ribadire, non è indagata - fosse una garanzia per la tutela della pubblica incolumità. Ed è su queste basi che abbiamo impugnato l'ordinanza del Riesame anche in Cassazione".

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?