Salta al contenuto principale

Cosenza, stipendi ritardano
Le coop "assediano" il comune

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 58 secondi

COSENZA - Mattinata concitata a Palazzo dei Bruzi, sotto “l’assedio” degli operatori delle cooperative B, che si occupano di manutenzione e cura del verde, e dei lavoratori di Ecologia Oggi. Ritardi nella liquidazione degli stipendi i motivi della protesta. I lavoratori di Ecologia Oggi si erano ritrovati in Comune già il giorno prima ed erano andati via dopo l’incontro con l’assessore Luciano Vigna che li aveva rassicurati. «Solo un piccolo ritardo, l’anomalia rientrerà entro il cinque giugno» aveva assicurato. Gli operatori delle cooperative lamentano il ritardo nello stipendio di aprile e temono per quello di maggio. 

Hanno manifestato in piazza dei Bruzi e alcuni di loro, entrati in Comune per parlare con gli uffici di ragioneria, hanno minacciato dei gettarsi dalle finestre del Comune. Attimi concitati e qualche momento di tensione si sono registrati con la Polizia municipale che impediva l’accesso al municipio. La protesta alla fine è rientrata ma gli operatori delle coop si dicono pessimisti. «Ci hanno rimandato al 5 giugno, solo dopo – raccontano – sapranno dirci se e quando potranno pagarci». 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?