Salta al contenuto principale

Il sindaco Callipo lancia la proposta:
«Destinare il 5 per mille al comune»

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 19 secondi

PIZZO (VV) - Migliorare i servizi scolastici e, più in generale, quelli a favore delle famiglie. È questo l’obiettivo dell’appello lanciato dal sindaco di Pizzo, Gianluca Callipo, che invita i suoi concittadini a destinare il 5 per mille dell’Irpef al Comune, in sede di dichiarazione dei redditi. «Destinare questa piccola percentuale delle proprie imposte non costa nulla – spiega Callipo -, ma rappresenta un gesto di concreta attenzione da parte dei cittadini, che possono così contribuire al miglioramento dei servizi sociali del Comune». Com'è noto, infatti, la legge consente ai contribuenti di destinare al proprio Comune di residenza il 5 per mille dell’imposta dovuta sul reddito delle persone fisiche. Somme che, sempre in base alla disciplina in vigore, devono essere poi utilizzate dall’Amministrazione nel settore dei servizi sociali. «Nell’esortare i cittadini a fare ciò – continua Callipo - abbiamo deciso di focalizzare un obiettivo primario, affinchè il 5 per mille diventi una sorta di contributo mirato a uno scopo ben preciso: migliorare i servizi scolastici. La situazione finanziaria del Comune resta difficilissima ed è dunque necessario l’impegno di tutti affinchè sia possibile assicurare i servizi primari. Dal canto nostro, ci impegniamo ad ottimizzare i pochi fondi a disposizione ed a sfruttare tutte le possibilità di finanziamento offerte dalla legislazione italiana e comunitaria». Per destinare il 5 per mille basta apporre la propria firma nell’apposito riquadro del modello usato per la dichiarazione dei redditi e indicare il codice fiscale del Comune di Pizzo. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?