Salta al contenuto principale

Medico condannato promosso primario
La precisazione dell'Azienda sanitaria

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 46 secondi

LOCRI (RC) - «Vorrei tranquillizzare i genitori del piccolo Nicolas Umbaca dicendo che in direzione sanitaria non è mai pervenuta nessuna copia della sentenza a carico del dottore Baccellieri, nominato primario del reparto di ostetricia e ginecologia di Locri. Essendo poi garantista per natura ritengo che sia giusto aspettare che la sentenza passi in giudicato e solo dopo il terzo grado di giudizio si possano fare o trarre conclusioni senza che la vicenda processuale che riguarda il neo primario si concluda definitivamente». Lo ha dichiarato la dirigente dell’Asp di Reggio Calabria, Rosanna Squillacioti, incontrando il padre di Nicolas Umbaca. L’uomo, stamattina, si è incatenato davanti all’ospedale di locri in segno di protesta contro la decisione del management di nominare primario il medico condannato per id anni cerebrali riportati dal figlio. Squillacioti ha invitato Umbaca, per la prossima settimana, a Reggio Calabria, al fine di fornirgli ulteriori chiarimenti.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?