Salta al contenuto principale

Rapinavano banche con la maschera dei "Soliti idioti". In manette anche un calabrese

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 14 secondi

C'E' anche un calabrese nella banda di rapinatori arrestati oggi a Torino, dopo alcuni colpi passati alle cronache per per la scelta di uno dei banditi di indossare la maschera della sit-com "I soliti idioti". In manette, infatti, è finito Antonio Guarnieri, 30 anni, di Siderno, in provincia di Reggio Calabria, e residente a Nichelino, nel Torinese. Con lui sono stati arrestati anche Antonio Serra, di Spinazzola (Bari), residente a Torino, 41 anni.

La coppia ha portato a termine una rapina in una banca - ma ci sono sospetti su altri cinque colpi – coprendosi il viso con la maschera di Ruggero De Ceglie, il padre gretto della sit-com "I soliti Idioti". Sono stati però sorpresi dalla Polizia che, dopo un inseguimento di 10 km. Sotto il camuffamento c'era Serra che è anche accusato di avere ferito di striscio, la settimana scorsa, il direttore di una banca, sparando un colpo di pistola, forse partito per errore.   L’ultimo assalto a Druento, un comune nella prima cintura torinese: Serra è entrato nell’agenzia dell’Unicredit, con la maschera calata sulla testa e un revolver calibro 7,65 in pugno. Si è fatto consegnare seimila euro ed è fuggito sull'auto dove l'aspettava il complice. Gli agenti della Squadra antirapina della Questura di Torino non sono entrati in azione subito per non mettere a rischio l’incolumità delle persone e hanno inseguito la coppia di rapinatori fino alla periferia sud di Torino, dove li hanno bloccati

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?