Salta al contenuto principale

Regge a metà il processo contro la cosca reggina dei Ficara-Latella: 10 assoluzioni e 8 condanne

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 0 secondi

REGGIO CALABRIA - Si è concluso con 10 assoluzioni e 8 condanne il processo «Reggio Sud», celebrato in abbreviato dinnanzi al gup Domenico Santoro. Il processo è scaturito dall’omonima operazione condotta nel marzo 2011 dai carabinieri del Comando provinciale e dei Ros nei confronti di 33 persone, molte delle quali accusate a vario titolo di appartenere alla cosca di 'ndrangheta Ficara-Latella, operante nella zona sud del capoluogo reggino. 

Il gup, accogliendo parzialmente le richieste del pm Stefano Musolino, ha condannato: Leandro Genovese a 8 anni e 8 mesi di reclusione; Francesco Laganà a 4 anni (quest’ultimo condannato solo per intestazione fittizia di beni, assolto invece dall’accusa più grave di associazione mafiosa) Francesco Meduri a 10 anni; Salvatore Meduri a 9 anni e 4 mesi; Antonio Musarella a 10 anni e 6 mesi; Giuseppe Riganello a 8 anni; Francesco Sapone a 8 anni; Carmelo Scordo a 4 anni (anch’egli condannato solo per intestazione fittizia di beni, assolto invece dall’accusa più grave di associazione mafiosa). Assolti invece, oltre al Laganà e Scordo: Cosimo Berlingeri, Vincenzo Liuzzo, Antonino Quattrone, Carlo Suraci, Giovanni Barillà, Candeloro Claudio Ficara, Maria Angela Suraci, Francesca Suraci, questi ultimi tre difesi dall’avvocato Giuseppe Putortì.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?