Salta al contenuto principale

Sbarco nel Crotonese, in 55 arrivano con la barca a vela

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 58 secondi

 

ISOLA CAPO RIZZUTO (Crotone) - Uno sbarco di immigrati è avvenuto la notte scorsa sulla costa di Isola Capo Rizzuto, nel crotonese. Si tratta di 55 persone di nazionalità afghana, pakistana, irakena, iraniana e del Bangladesh, che hanno viaggiato a bordo di una barca a vela della lunghezza di 15 metri che è stata poi abbandonata alla deriva. L’imbarcazione si è fermata a poche decine di metri dalla riva e gli immigrati sono stati trasbordati a riva con un gommone. 

Sul posto sono intervenuti la Polizia di Stato, la Guardia di Finanza che ha condotto la barca a vela nel porto di Crotone, la Capitaneria di porto e i Carabinieri. Alle forze dell’ordine gli immigrati hanno dichiarato di essere partiti dalla Grecia e che il viaggio sarebbe durato sette giorni. Gli immigrati sono stati trasferiti nel Centro di prima accoglienza Sant'Anna di Isola Capo Rizzuto dai mezzi della Misericordia. Dopo le indagini e i riscontri necessari, un cittadino ucraino di 31 anni, Volodymyr Tsybukh, che si trovava sull'imbarcazione, è stato arrestato dagli agenti della squadra mobile di Crotone con l’accusa di essre il conducente dell’imbarcazione a vela.

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?