Salta al contenuto principale

La Cassazione rigetta il ricorso
Tutti assolti i 13 di Sud Ribelle

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 9 secondi

ROMA - Sono definitive le assoluzioni per i 13 no global appartenenti al gruppo «Sud ribelle» finiti sotto processo per associazione sovversiva e attentato agli organi costituzionali in relazione alla loro attività risalente al 2001, in occasione del Global forum di Napoli e del G8 di Genova. La quinta sezione penale della Cassazione ha infatti rigettato il ricorso della Procura generale di Catanzaro contro la sentenza con cui la Corte d’assise d’appello della città calabrese aveva confermato le assoluzioni dei 13 imputati il 20 luglio 2010, già pronunciate in primo grado dalla Corte d’assise di Cosenza, nell’aprile 2008.  A finire sotto processo erano stati Francesco ed Emiliano Cirillo, Luca Casarini, Francesco Caruso, Salvatore Stasi, Antonino Campennì, Anna Curcio, Michele Santagata, Lidia Azzarita, Giuseppe Fonzino, Alfonso De Vito, Claudio Dionesalvi e Vittoria Oliva, oggi tutti definitivamente assolti. La Procura generale di Catanzaro, nel suo ricorso, chiedeva di azzerare il processo, ritenendo violata la procedura penale perchè, in primo grado, dopo il trasferimento del presidente del collegio giudicante, il procedimento era stato spostato in un’altra sezione della Corte d’assise di Cosenza. Anche l’Avvocatura dello Stato, in rappresentanza del Consiglio dei ministri, si era associata a questa tesi. Il pg di Cassazione, Nicola Lettieri, nella sua requisitoria di questa mattina, aveva invece chiesto il rigetto del ricorso.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?