Salta al contenuto principale

Nuovi locali per l'Archivio storico
della diocesi di Mileto

Calabria

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 57 secondi

MILETO – Si svolgerà domani a partire dalle ore 17 presso palazzo “San Paolo”, nuova sede recentemente realizzata degli uffici pastorali diocesani e posta all’interno della nuova area che ospita la curia diocesana, l’inaugurazione della nuova sede dell’Archivio storico diocesano. 

Si tratta di un momento importante non solo per la curia della diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea, guidata dal vescovo Luigi Renzo, ma anche per l’intera comunità storica calabrese, in quanto attraverso questa nuova sede sarà possibile, per uno degli archivi storici più ricchi e importanti della regione, godere di una struttura pienamente confacente alle esigenze di conservazione e archiviazione dei volumi, oltre che adeguata a rispondere al meglio alle richieste di consultazione e, soprattutto, moderna e funzionale. Un luogo, in pratica, perfetto in cui poter conservare degli esemplari rarissimi di documenti storici e dei volumi alcuni dei quali risalenti anche a diversi secoli fa.

Il programma della giornata inaugurale, fa sapere attraverso una nota stampa il responsabile diocesano per le comunicazioni sociali mons. Gaetano Currà, prevede l’apertura della manifestazione con il rito di benedizione e la visita del pubblico e delle autorità ai nuovi locali, a seguire sono previsti i saluti ai presenti del vescovo Renzo, del direttore dell’Archivio storico diocesano di Mileto, don Filippo Ramondino, e del direttore dell’ufficio diocesano per i beni culturali, don Saverio Callisti. 

Dopo i  saluti delle autorità ecclesiastiche intervenute ai visitatori presenti, è prevista la relazione storica di Filippo Bulgarella, docente presso l’Università della Calabria di Cosenza. I presenti potranno in questo approfondire, assieme al docente Unical, il tema “La Calabria bizantina. Fonti archivistiche prenormanne”, un argomento che porterà i presenti ad un periodo storico, non sempre adeguatamente approfondito, riguardante una fase antecedente la conquista normanna dell’XI secolo. Inoltre, dopo la prolusione di Bulgarella, il programma dell’appuntamento storico-culturale prevede un breve dibattito in sala con la partecipazione di varie autorità e, in particolare, gli interventi di monsignor Ernesto Rascato, vice presidente dell’associazione Archivistica Ecclesiastica, Francesca Tripodi, soprintendente per gli Archivi della Calabria e Paolo Martino, Direttore ufficio regionale per i Beni Culturali Ecclesiastici. 

A conclusione dell’incontro culturale è previsto anche un piccolo brindisi augurale della struttura.

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?