Salta al contenuto principale

Sbarco nel catanzarese, rintracciati in sette
Imbarcazione intercettata a Crotone

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 25 secondi

ROCCELLETTA DI BORGIA (CZ) - Sono arrivati durante la notte a Reggio Calabria, intorno alle 2, i 53 immigrati di varie nazionalità soccorsi da una motovedetta della Capitaneria di Porto dopo che la barca a vela con la quale erano partiti dalla Grecia era andata alla deriva al largo di Crotone.   Gli immigrati, le cui condizioni sono buone, sono stati accolti dal personale della Croce rossa e dagli agenti della polizia di stato. Si tratta di 41 uomini, 5 donne e 7 bambini di nazionalità afghana, pakistana e siriana. Al loro arrivo sono stati rifocillati e successivamente sono iniziate le operazioni di identificazione.   La motovedetta era intervenuta in soccorso del natante dopo che alla centrale operativa della Direzione marittima, che ha coordinato le operazioni, era giunta, nel primo pomeriggio, una richiesta di aiuto per un’avaria al motore. La barca a vela di colore bianco, della lunghezza di una decina di metri, sarebbe partita nei giorni scorsi da un porto della Grecia.

Il loro arrivo fa seguito ad un nuovo sbarco di migranti nel Catanzarese avvenuto nella notte tra martedì e mercoledì, stavolta nei pressi di Roccelletta di Borgia. Intorno alle 2 una grossa imbarcazione è approdata sul tratto di costa antistante la sede della facoltà di Farmacia. Pare che i migranti a bordo fossero 21 ma, al momento, solo 7 sono stati fermati e portati nella scuola elementare di Roccelletta. Sul posto i carabinieri di Borgia e Girifalco e la Polizia di Stato, che ha proceduto ai primi accertamenti e all'identificazione: si tratta di 7 uomini, tutti pakistani. Dopo le prime operazioni di soccorso e le visite mediche, il Comune di Borgia ha offerto il pranzo. I migranti stanno ora riposando sulle brande della Protezione civile.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?