Salta al contenuto principale

Ritrovata la salma trafugata nel cimitero di Roggiano, era in un altro loculo

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 0 secondi

ROGGIANO (Cosenza) - E' stata ritrovata dai carabinieri la salma di Ida Giglio, trafugata nei mesi scorsi dal cimitero di Roggiano Gravina. I carabinieri hanno effettuato un sopralluogo nel cimitero della cittadina ed hanno scoperto che la salma era stata nascosta sempre nella stessa area, ma in un luogo diverso da quello della sepoltura, avvenuta tre anni fa. Gli investigatori stanno indagando per scoprire le motivazione e gli autori del trafugamento della salma. Le indagini dei carabinieri sono coordinate dalla Procura della Repubblica di Cosenza.

La macabra scoperta evvenne a maggio scorso, quando fu scoperto che era stata trafugata la salma di Ida Giglio, la moglie del noto avvocato Giosuè Greco, morto anche lui nel mese di aprile. I profanatori avevano portato via solo quel che rimaneva del corpo ormai in avanzato stato di decomposizione della settantenne  deceduta tre anni fa, e hanno lasciato lì la bara vuota, e un’aria irrespirabile. 

La scoperta è stata fatta al mattino, dopo l'allarme lanciato dal custode del cimitero, allertato da una signora in visita ai parenti defunti. La cappella era aperta e il loculo che conteneva la salma della donna era sfondato, la bara aperta. 

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?