Salta al contenuto principale

Scossa di terremoto con magnitudo 2.5
nell'area del Pollino colpita dallo sciame

Calabria

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 11 secondi

UNA nuova scossa di terremoto di magnitudo 2.5 è stata registrata la scorsa notte nel distretto sismico del Pollino. Il sisma è stato segnalato dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, che ne ha rilevato gli effetti alle 4,28. L'epicentro è stato localizzato tra i comuni di Morano e San Basile, in provincia di Cosenza, e Rotonda e Viggianello, in provincia di Potenza.

E' la zona che negli ultimi mesi è stata soggetta allo sciame sismico che dall'autunno scorso sta facendo interrogare gli esperti e la popolazione locale. Stavolta il movimento tellurico ha avuto una profondità di 8,4 chilometri ed è stato avvertito dalla popolazione, anche se non si registrano danni a cose o conseguenze per le persone.

Avrebbe potuto avere conseguenze peggiori, invece, la scossa con epicentro nel mar Jonio a 80 km al largo della Calabria, che è stata avvertita dalla popolazione sulle coste della stessa Calabria e della Sicilia. Secondo i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia l’evento sismico è stato registrato alle 13.12 con magnitudo 4.7.   Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile non risultano al momento danni a persone o cose.

Una seconda scossa, sempre nell’area del mare Jonio e vicina a quella precedente, si è verificata alle 16,36. Questa volta, i sismografi dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia hanno registrato una magnitudo di 2.8, ad una profondità di 50,4 chilometri. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?