Salta al contenuto principale

Rapinarono un commerciante e spararono per fuggire, arrestati due banditi nel reggino

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 23 secondi

PALMI (Reggio Calabria) - Gli agenti della Polizia di Stato hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Palmi, su richiesta della Procura della Repubblica di Palmi, a carico di due persone indiziate di rapina. Si tratta di Andrea Trapani, 23enne nato a Gioia Tauro e residente a Rizziconi, e Bartolo Angelo Ligato, 29enne nato a Gioia Tauro e residente a Rosarno. La rapina di cui sono indiziati è avvenuta a Taurianova alle 23.30 del 14 marzo 2011 ai danni di un commerciante di frutta e verdura, inoltre sono indiziati di avere sparato, durante la fuga seguita alla commissione della rapina, ad un altro commerciante, che con il proprio furgone aveva involontariamente ostacolato la fuga. 

Nel corso delle indagini svolte dal commissariato di Gioia Tauro, diretto dal vice questore aggiunto Stefano Dodaro, Trapani era già stato arrestato insieme ad Angelo Agostino, 23enne di Cinquefrondi, in quanto trovati in possesso di un fucile marca Browning con matricola punzonata, alimentato con 4 cartucce cal. 300 Magnum Winchester, con il quale secondo l’accusa avrebbero appena minacciato il titolare del supermercato ConTè di Gioia Tauro. Contestualmente agli arresti sono state eseguite numerose perquisizioni e sono stati notificati sei avvisi di garanzia a soggetti ritenuti collegati agli arrestati. In particolare, a carico di quattro soggetti la Procura di Palmi ha ritenuto siano stati raccolti gravi elementi circa il grave danneggiamento degli immobili e relative pertinenze siti in via Matteotti ai civici 14 e 16, già di proprietà della famiglia Bellocco di Rosarno e oggetto di confisca a seguito di sentenza della Corte di Cassazione divenuta definitiva in data 21.2.2007, fatto avvenuto a luglio dello scorso anno. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?