Salta al contenuto principale

In fiamme campo rom, nessun ferito
Indagini sulle cause dell'incendio

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 6 secondi

COSENZA - Un incendio è divampato nel corso della notte in un campo nomadi a Cosenza distruggendo una trentina di baracche. Secondo i soccorritori al momento non vi sono feriti e non risultano dispersi. Le fiamme, ormai sotto controllo, sono divampate poco dopo la mezzanotte in una baracca del campo, situato lungo il fiume Crati, probabilmente, secondo gli investigatori, per cause accidentali, e si sono poi propagate alle baracche adiacenti. Sul posto sono intervenute tre squadre dei vigili del fuoco, oltre a polizia, carabinieri e ambulanze del 118. Alcuni degli occupanti sono ricorsi alle cure dei sanitari per avere inalato un pò di fumo, ma non ci sono stati feriti e nessuno è stato portato in ospedale. I vigili del fuoco hanno dovuto lavorare oltre un’ora per riuscite a mettere sotto controllo le fiamme. Sulle cause del rogo sta indagando la squadra mobile di Cosenza. Al momento non sono state ancora accertate anche se, secondo gli investigatori, dovrebbe trattarsi di cause accidentali, forse un corto circuito o un incendio provocato da una bombola di gas. Le persone che abitavano le baracche andate distrutte sono circa un centinaio. Per adesso si trovano ancora nel campo insieme agli altri occupanti delle baracche. Non è la prima volta che un incendio divampa nel campo. Un episodio analogo si è verificato nel febbraio scorso.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?