Salta al contenuto principale

Si nascondevano a Roma
esponenti del clan Bellocco

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 48 secondi

ROSARNO (RC) - Si nascondevano a Roma i due rampolli della cosca Bellocco, arrestati dai Carabinieri della capitale. Da tempo gli investigatori davano loro la caccia, perchè si erano sottratti alla cattura da tempo. Umberto Bellocco, 29 anni, era ricercato dal marzo 2011, mentre suo cugino Francesco Bellocco, 19 anni, si era sottratto all’arresto nel gennaio 2010. I due sono stati arrestati dopo un inseguimento nella capitale. Secondo quanto si è appreso, intorno all’1.30 di martedì notte, in via di Selva Nera a Roma, i carabinieri della compagnia Roma Cassia, impegnati in un servizio di prevenzione, hanno intimato l’alt all’auto sulla quale viaggiavano i due giovani. L’auto non si è fermata. I militari dell’Arma, quindi, si sono messi all’inseguimento, durato alcuni minuti e terminato con la cattura dei due. Umberto e Francesco Bellocco stati arrestati e portati nel carcere di Rebibbia, a disposizione dell’autorità giudiziaria. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?