Salta al contenuto principale

Acquascooter tra i bagnanti: sequestrati
dopo un inseguimento lungo la costa

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 52 secondi

CROTONE – Si è conclusa con un inseguimento in acqua, nella tarda serata di ieri, un’operazione di polizia marittima congiunta che ha visto impegnati diversi uomini e mezzi della Capitaneria di porto di Crotone e del Comando Provinciale dei carabinieri finalizzata al contrasto delle infrazioni commesse dai conduttori di acquascooter nella Riserva Marina di Capo Rizzuto e che ha condotto al sequestro di due moto d’acqua, alla denuncia dei due conducenti alla Procura della Repubblica di Crotone per inosservanza delle norme sulla sicurezza della navigazione ed alla contestazione di diversi illeciti amministrativi.

L’operazione, coordinata dalla Prefettura di Crotone, scattata nelle prime ore pomeridiane di domenica, ha visto impegnati sulle spiagge più frequentate della riserva marina di Capo Rizzuto (Capo Rizzuto, Le Castella, Le Cannella) diversi militari in borghese del comando provinciale Carabinieri di Crotone e della Capitaneria di porto di Crotone, supportati da pattuglie dei Carabinieri e della Capitaneria di porto e da due Motovedette della Guardia Costiera. 

I militari in borghese hanno piniziato, dalle spiagge di Capo Rizzuto e Le Cannella, una meticolosa attività di video riprese di due moto d’acqua che, noncuranti dei divieti esistenti nell’area marina protetta di Capo Rizzuto e, soprattutto, dei diversi bagnanti presenti in acqua, hanno iniziato ad effettuare numerose e pericolose evoluzioni. Al termine delle attività è scattata l’operazione finalizzata al fermo dei due acquascooter: le due moto d’acqua hanno tentato, vanamente, di dileguarsi, ma sono state bloccate all’interno del Porto di Le Castella. I conducenti delle due moto d’acqua, accompagnati alla Caserma della Stazione Carabinieri di Isola Capo Rizzuto, sono stati identificati e denunciati. Si tratta di due ventenni di Isola Capo Rizzuto. 

Contestualmente è stato effettuato il sequestro di entrambe le moto d’acqua. A carico dei due giovani sono state contestate diverse sanzioni amministrative. A carico di uno dei due è stata irrogata la sanzione amministrativa di 2754 euro per mancanza di patente nautica. I Carabinieri hanno sequestrato anche una delle macchine che trainava un acquascooter, poichè priva di assicurazione, rinvenendo al suo interno, un coltello. Il conducente del mezzo è stato denunciato per porto abusivo di oggetti atti ad offendere.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?