Salta al contenuto principale

Lotta alle cosche, nel Vibonese il vescovo
offre al prefetto anche l'aiuto dei parroci

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 51 secondi

VIBO VALENTIA - Il prefetto di Vibo Valentia, Michele di Bari, ha avuto un incontro con il clero della diocesi vibonese di Mileto-Nicotera-Tropea. L’iniziativa, secondo quanto si apprende, è stata promossa dal vescovo Luigi Renzo, il quale ha chiesto al prefetto di illustrare agli oltre cento sacerdoti presenti, l’azione che soprattutto le parrocchie possono svolgere in materia di antimafia. Tema dell’incontro è stato, infatti, «Cosa chiede lo Stato alla Chiesa vibonese». 

Nel confronto sono emerse riflessioni di estrema attualità in cui i parroci – a quanto si apprende – seppur coinvolti in un territorio socialmente difficile e ad alta densità mafiosa, hanno manifestato fiducia negli organi dello Stato.

Le difficoltà degli uomini di Chiesa a operare nel territorio infestato dalle cosche era emersa con clamore in occasione della Pasqua di due anni fa, quano il vescovo Luigi Renzo dovette rinviare il rito dell'Affruntata a Sant'Onofrio in seguito ai tentativi di infiltrazione degli uomini dei clan nella cerimonia religiosa.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?