Salta al contenuto principale

Il fuoco non si ferma: raggiunti i 140 incendi
Paura per gli abitanti di Tiriolo e Cerenzia

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 1 secondo

CATANZARO - Altra giornata campale sul fronte degli incendi in Calabria. Sono 140 i roghi registrati dalla centrale operativa unificata della Protezione civile calabrese, dei quali 62 ancora attivi. Attualmente sono due i fronti di fuoco particolarmente gravi, sui quali stanno operando anche i mezzi aerei. 

Si tratta di Tiriolo, centro presilano alle porte di Catanzaro, e Cerenzia, in provincia di Crotone. Nel primo caso, stanno attualmente operando un canadair e due elicotteri, oltre alle squadre di terra, con l'obiettivo di evitare ulteriori pericoli, dal momento che le fiamme hanno lambito alcune abitazioni. Situazione analoga per il piccolo centro del crotonese, dove però le operazioni di spegnimento sono più avanzate e sono state scongiurate conseguenze per la popolazione. In corso di completamento anche lo spegnimento del rogo di Umbriatico, sempre nel crotonese, attivo da questa mattina, mentre è stato domato l'incendio che ha interessato l'abitato di Catanzaro, a ridosso della rotatoria "Gualtieri", e a Campana, nel cosentino 

Quella di oggi segue una delle giornate più critiche della stagione, dal momento che ieri sono stati ben 170 gli incendi registrati in Calabria. In azione, oltre alle squadre di terra, anche tutti i mezzi aerei a disposizione e alcuni inviati dalla Protezione civile nazionale.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?