Salta al contenuto principale

Beni della 'ndrangheta in comodato gratuito
Idea di Gioia Tauro per utilizzare gli immobili

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 33 secondi

GIOIA TAURO (Reggio Calabria) - L'amministrazione comunale di Gioia Tauro ha pubblicato un avviso pubblico per la concessione, in comodato gratuito, di alcuni beni immobili confiscati alla criminalità organizzata . Lo rende noto un comunicato stampa. «I beni – è scritto - dovranno essere utilizzati con finalità sociali. Possono partecipare alla selezione organizzazioni, enti, associazioni, cooperative sociali e comunità terapeutiche. I beni oggetto dell’avviso pubblico – spiega la nota – sono tre edifici (due in località Sovereto e uno in via Sanzio), un alloggio sulla Provinciale 1, un fabbricato rurale, un capannone con un fabbricato e una stalla e due terreni in località Sovereto e infine 6 terreni (uno in località Filicuso, due in località Pietra Marina e tre in località Mamone)».

«L'assegnazione dei beni confiscati alla criminalità è un atto di straordinaria valenza sociale e simbolica. – ha detto il sindaco Renato Bellofiore – La presenza di associazioni di volontariato che operano nel sociale o di cooperative che creano lavoro e benessere, nei luoghi in cui prima imperversava la violenza, il malaffare e la ndrangheta è la migliore risposta che lo Stato può fornire ai cittadini. È la dimostrazione lampante del fatto che le Istituzioni amministrano liberamente e sono in grado di vincere la battaglia contro i criminali che continuano a tarpare le ali alla nostra terra. Ed è per questo che il comune di Gioia Tauro – ha concluso il sindaco – farà sempre tutto il possibile per assegnare nel modo più rapido possibile i beni confiscati che rientrano nel suo patrimonio». Le organizzazioni interessate dovranno inviare tutta la documentazione entro il 17 settembre. I beni saranno dati in concessione per una durata minima di tre anni e massima di venti. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito ufficiale del comune di Gioia Tauro.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?