Salta al contenuto principale

Dopo il venerdì di paura sul Pollino
un'altra scossa di magnitudo più bassa

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 42 secondi

COSENZA – Prosegue lo sciame sismico che sta interessando il distretto del Pollino. La terra ha tremato anche stamattina, nell’area compresa tra Calabria e Basilicata. La scossa è stata registrata dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia alle 8,52 con una magnitudo di 2.1 e una profondità di 8,4 chilometri. I comuni più vicini all’epicentro sono stati quelli di Laino Borgo, Laino Castello, Mormanno e Papasidero in provincia di Cosenza, oltre a Rotonda in provincia di Potenza. Nella giornata di ieri erano state registrate due scosse avvertite dalla popolazione, con magnitudo 3.4 e 2.9. In entrambi i casi tanta paura da parte dei residenti nella zona colpita, ma nessun danno.

Dopo la scossa più forte, però, la gente si era precipitata in strada intimorita anche dal ricorrente fenomeno sismico che si sta manifestando ormai da un anno nella zona.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?