Salta al contenuto principale

Pitoni e altri 50 rettili in auto
Denunciata una coppia di reggini

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 40 secondi

REGGIO CALABRIA - Serpenti, iguane, grandi rettili e persino un pitone albino, oltre 50 animali in tutto. Non è il campionario di un piccolo zoo, ma quello che la Polizia e il Corpo Forestale hanno trovato a Roma nel bagagliaio di un auto, a bordo della quale si trovava una coppia di Reggio Calabria. Gli animali erano custoditi all’interno di vari contenitori di plastica e di polistirolo in condizioni assolutamente non idonee a garantire il benessere durante il trasporto. A fare il singolare ritrovamento sono stati nel pomeriggio di ieri gli agenti del Commissariato Viminale, diretto da Gaetano Todaro, insieme alla Sezione investigativa CITES del Corpo forestale dello Stato diretta da Ciro Lungo. 

I poliziotti, durante alcuni controlli su strada, hanno fermato un’autovettura nei pressi della stazione Termini, con a bordo un uomo e una donna. Insospettiti dall’atteggiamento dei due hanno deciso di perquisire l'autovettura. All’interno del bagagliaio hanno trovato tutta una serie di contenitori con all’interno 51 rettili di varia grandezza e specie. Gli agenti del Commissariato dopo aver accompagnato le due persone – entrambe originarie di Reggio Calabria – negli uffici di Polizia, hanno chiesto l’intervento del personale specializzato del Servizio CITES del Corpo Forestale dello Stato per accertare la legale origine degli animali ai fini del rispetto della Convenzione di Washington sul commercio internazionale di specie minacciate nonchè verificare, con l’ausilio di un medico veterinario, le evidenti precarie condizioni di trasporto. Infatti il vano di trasporto e i contenitori in cui erano «ammassati», non permettevano un’areazione sufficiente. La donna, R.C.S. di 34 anni, e l'uomo, R.R. 35enne già noto alle Forze dell’Ordine, sono stati denunciati in stato di libertà per maltrattamento di animali e detenzione e commercio di specie di animali protetti. I rettili sono stati quindi sequestrati ed affidati ad una struttura medico-veterinaria per ulteriori accertamenti, mentre l'autovettura utilizzata per il trasporto è stata sequestrata. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?