Salta al contenuto principale

Protesta in caserma per una multa
Calci e pugni a un carabiniere

Calabria

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 24 secondi

CASTROVILLARI – Arriva in caserma per protestare per un a multa elevatagli dai carabinieri e prende a calci e pugni un militare di guardia. Per questo i carabinieri del nucleo operativo di della locale Compagnia di Castrovillari stanotte hanno arrestato Maurizio Tancredi, un pregiudicato trentatreenne del luogo, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal giudice per le indagini preliminari del tribunale del Pollino, per i reati di violenza, resistenza, oltraggio e lesioni a pubblico ufficiale. Contestualmente è stato notificato anche l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria alla moglie, di Tancredi. I due coniugi, a mezzanotte circa del 5 settembre scorso, si sono resi protagonisti di un violento episodio di aggressione ai carabinieri del locale comando dell’Arma.

L’uomo, infatti, in stato di alterazione alcolica è giunto in caserma con l’intento di protestare avverso una sanzione al codice della strada elevata a un suo parente. Giunto in caserma, ha aggredito con calci e pugni il militare in servizio di piantone e un altro carabiniere che in quel momento si trovava lì; mentre la moglie, lungi dal trattenerlo, lo incitava ad assalire i militari. Tutto ciò sotto gli occhi spaventati di alcuni minorenni portati al seguito dai due.

I fatti sono subito stati portati all’attenzione della Procura della Repubblica che, concordando con le risultanze investigative e valutando spropositata l’aggressività ed il non comune disprezzo mostrato dai coniugi per l’Arma dei carabinieri, ha richiesto la misura cautelare che è stata eseguita nella nottata.

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?