Salta al contenuto principale

Riesplode il caso Italcementi
Occupata la sala consiliare a Vibo

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 48 secondi

VIBO VALENTIA - Torna ad esplodere la protesta degli operai dell'Italcementi di Vibo Marina. Nello stallo della vertenza, che vede le maestranze in cassintegrazione, rassegnate alla chiusura dello stabilimento, con ottantadue dipendenti della cementeria ed oltre trecento dell'indotto destinati alla disoccupazione, gli operai questa mattina hanno occupato per circa un'ora la sala consiliare di Vibo Valentia. Incontrato il sindaco e contattati dal prefetto, hanno lasciato il Municipio per raggiungere la fabbrica dove, al termine di un'assemblea, hanno serrato i cancelli, anticipando di fatto la chiusura del sito produttivo. Per tentare di contenere la tensione sempre crescente, anche alla luce delle eclatanti manifestazioni annunciate dagli operai, il prefetto Michele Di Bari ha convocato domattina due incontri all'Ufficio territoriale del governo. Mercoledì prossimo, invece, è previsto un incontro a Roma con il ministro Corrado Passera. Il 28 settembre, infine, a Vibo, incontro con il direttore generale dell'Italcementi Giovanni Ferrario.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?