Salta al contenuto principale

Custodiva le armi del nipote
arrestata anziana di Sinopoli

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 15 secondi

SINOPOLI (RC) - Fugge dai Carabinieri rifugiandosi dalla nonna e l’anziana viene arrestata per detenzione di armi e munizionamento da guerra. E' accaduto a Sinopoli, in provincia di Reggio Calabria. Durante un posto di controllo i Carabinieri della locale Stazione e i militari dello Squadrone eliportato Cacciatori Calabria, hanno notato un’autovettura Ford Courier con due occupanti a bordo che, per evitare il posto di blocco, ha fatto inversione dandosi alla fuga. I Carabinieri dopo un breve inseguimento hanno bloccato il passeggero, R.F. di 59 anni, mentre il conducente, identificato successivamente per R.G. di 29 anni, si è dileguato a piedi. La ricerca del fuggitivo si è quindi estesa all’abitazione di sua nonna, dove i militari hanno rinvenuto all’interno di una cavità di un muro divisorio armi e munizioni: una pistola semiautomatica marca Sig Sauer mod. P220 cal. 9 mm parabellum, arma da guerra con matricola punzonata corredata di un caricatore inserito; una pistola semiautomatica marca Pietro Beretta mod. 70 cal. 7,65 mm, corredata di un caricatore inserito; 34 cartucce cal. 9x19 mm marca S&B 60 da guerra; 93 cartucce cal. 7,65 mm di varie marche; 5 cartucce cal. 12 a pallettoni marca RC4; 21 cartucce cal. 300 Winchester Magnum; un’ottica di precisione per arma lunga marca Electro Visee. La donna è stata quindi sottoposta al regime degli arresti domiciliari con l’accusa di detenzione di armi e munizionamento da guerra, mentre i due uomini sono stati denunciati in stato di libertà per resistenza a pubblico ufficiale. 

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?