Salta al contenuto principale

Il ministro diserta l'inaugurazione dell'anno scolastico
ma a Catanzaro lo insultano con striscioni e slogan

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 6 secondi

 

CATANZARO – Alcune decine di lavoratori del mondo della scuola, in rappresentanza delle organizzazioni sindacali Usb e Cgil, hanno manifestato questa mattina a Catanzaro, dove era in programma l’inaugurazione ufficiale dell’anno scolastico in Calabria alla presenza del ministro dell’Istruzione, Francesco Profumo, che peraltro ha poi disertato l'appuntamento. Il presidio si è svolto in piazza Prefettura, dove le organizzazioni sindacali hanno esposto alcuni striscioni. Alcuni di essi erano piuttosto pesanti nei confronti del ministro: "Profumo uomo senza qualità", era scritto su un drappo.

I manifestanti hanno lamentato le «pessime condizioni» della scuola, parlando di «precariato senza fine» e contestando la riforma «che – dicono –  non convince». Molte le critiche al ministro Profumo, anche attraverso striscioni particolarmente eloquenti. Tra i tanti disagi del personale sono stati evidenziati quelli dell’Ata, dei docenti precari e il blocco degli stipendi per gli insegnanti che erano stati immessi in ruolo con decorrenza economica 1 settembre. 

Una decisione, quest’ultima, che avrebbe assunto il Ministero in attesa di verifiche, ma che penalizzerebbe, è stato evidenziato, coloro i quali stanno regolarmente lavorando senza percepire lo stipendio. La Cgil Calabria ha diffuso una nota per criticarela decisione del ministro Profumo di non partecipare all’iniziativa di Catanzaro. 

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?