Salta al contenuto principale

E' calabrese la vittima dell'agguato di Torino
Un'esecuzione per strada, ascoltato un testimone

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 49 secondi

TORINO – E' stato raggiunto alla testa da due colpi di pistola sparati da vicino Domenico Galea, di 64 anni, di Siderno, in provincia di Reggio Calabria,l'uomo ucciso ieri sera per strada, sotto casa, a Torino, in una zona semiperiferica della città.   Il killer – secondo la ricostruzione dei carabinieri – è sceso da un’Alfa Romeo Mito, guidata da un complice, e ha sparato almeno cinque colpi di pistola. Subito dopo è salito sulla stessa auto e si è allontanato facendo perdere le tracce.   

I carabinieri hanno interrogato a lungo un testimone che ha assistito all’omicidio e stanno controllando le immagini registrate dagli impianti di videosorveglianza della zona per tentare di risalire ai numeri di targa dell’auto.   Galea era conosciuto dalle forze dell’ordine per precedenti legati alla droga. Questa circostanza porta gli investigatori a non escludere che si sia trattata di un’esecuzione nell’ambito di un regolamento di conti. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?