Salta al contenuto principale

Si perdono mentre cercano funghi e chiedono aiuto
Ritrovati e multati: non avevano il "patentino"

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 42 secondi

SARACENA (CS) – Doveva essere una giornata di svago, per questo sono andati per funghi sui pianori di Novacco, nel Pollino. Ma si sono smarriti e due giovani di Castrovillari hanno dovuto chiamare i soccorsi dal personale Corpo Forestale dello Stato, che li ha ritrovati dopo circa due ore. E dopo averli messi in salvo, riportandoli alla loro autovettura, gli uomini della Forestale hanno estratto il blocchetto delle contravvenzioni e hanno multato i due perché «privi della tessera per la raccolta dei funghi epigei spontanei».

 

Il fatto è accaduto domenica scorsa, nel comune di Saracena, dove i due ventenni hanno lasciato la macchina per addentrarsi nella faggeta circostante, in cerca di funghi. Durante il percorso però hanno perso probabilmente l’orientamento e non sono più riusciti a ritrovare la via del ritorno. Uno dei ragazzi ha chiesto aiuto con il telefonino componendo il numero di emergenza ambientale 1515 del Corpo Forestale. Sul posto sono intervenute le pattuglie di Campotenese e Saracena, ma i due giovani sono stati ritrovati, alcune ore dopo, nel versante opposto in località “Frassiliota” nel comune di Verbicaro, in prossimità di una strada rotabile dagli uomini del comando stazione di Grisolia.

Una volta assicuratisi delle condizioni dei due ragazzi, gli uomini del coordinamento territoriale per l’ambiente diretti dal vicequestore Francesco Alberti li hanno accompagnati a Novacco, alla propria autovettura. Ma prima di mandarli via ai due, che erano privi della relativa tessera per la raccolta dei funghi, è stata elevata la sanzione amministrativa prevista per chi raccoglie funghi senza la tessera (professionale o amatoriale) che autorizza alla raccolta di funghi epigei spontanei nell’ambito dell'intero territorio regionale, entro il limite massimo (10 chili  per i professionali e 3 per gli amatoriali) giornalieri e che viene rilasciata dalla Provincia. Centosessanta euro di multa a testa e i funghi confiscati. E gli è andata anche bene, visto che i trasgressori sono soggetti, a una sanzione amministrativa che va da un minimo di 100 a un massimo di 500 euro.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?