Salta al contenuto principale

La Regione premia il Comune
35 milioni per la depurazione

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 2 secondi

REGGIO CALABRIA - La Regione Calabria ha destinato al comune di Reggio Calabria un finanziamento di 35 milioni di euro per la sistemazione dei due depuratori di Ravagnese e Gallico. L’annuncio è stato dato dal presidente Giuseppe Scopelliti nel corso di una conferenza stampa tenuta questa mattina a Palazzo Campanella, alla presenza del sindaco Demetrio Arena, del vice presidente del Consiglio regionale Alessandro Nicolò, dei consiglieri regionali Giovanni Nucera e Candeloro Imbalzano e dell’assessore regionale Antonio Caridi. I finanziamenti sono stati sbloccati grazie a una delibera del Cipe dello scorso aprile. Il depuratore di Gallico, sorto a pochi metri dalla spiaggia, sarà probabilmente dismesso ed al suo posto, ha affermato il sindaco Arena, verrà potenziato quello già esistente a Concessa. «Quando ero sindaco – ha confermato Scopelliti – avevo fatto uno studio per il trasferimento del depuratore di Gallico, e posso dire con certezza vi sono gli elementi per trasferirlo». Intervento più difficile, invece, per quanto riguarda quello di Ravagnese, che sorge a pochi passi dall’aeroporto dello Stretto, a causa del quale i residenti si sono più volte lamentati per colpa dei cattivi odori. 

A causa dell’alto indice di urbanizzazione dell’area, ha spiegato il sindaco Arena, è difficile ipotizzare di spostare l’impianto, anche se l’attuale tecnologia consentirebbe di erigerlo in zona collinare, e non più a valle come si faceva un tempo. Sarà arduo, però, ha avvisato il sindaco, individuare un’area idonea quindi si ipotizza già dalle prime battute di investire i soldi in un adeguamento tecnologico della struttura, che consentirebbe di rendere l’impianto compatibile con le legittime esigente dei residenti. Altri due interventi con fondi comunitari, sempre in tema di depurazione, sono stati già destinati lo scorso agosto a Reggio Calabria, si tratta di un intervento di 700 mila euro per l’adeguamento del depuratore di Pellaro, e 3 milioni e mezzo di euro per il riefficientamento dei collettori fognari. In entrambi i casi il comune ha già pubblicato i relativi bandi di gara. Imbalzano, infine, ha annunciato un intervento, sempre in tema di depurazione, pari a 25 milioni di euro per la Locride. «Oggi – ha concluso Scopelliti – la Regione Calabria, piaccia o non piaccia, verso questa città come tutte le altre della Calabria si sta impegnando per dare risposte». 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?