Salta al contenuto principale

Finanziati 9 progetti per la sicurezza
Dai centri giovanili ai beni confiscati

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 54 secondi

CATANZARO - Sono nove i progetti da realizzare in Calabria e che hanno avuto il via libera dal Comitato di valutazione del Programma operativo nazionale “Sicurezza per lo Sviluppo” Obiettivo Convergenza 2007-2013, cofinanziato dall’Unione europea e gestito dal Ministero dell’Interno.

In particolare, è stato dato il via libera alle proposte per la realizzazione di centri polifunzionali destinati all’inserimento sociale e lavorativo degli immigrati extracomunitari regolari a Lamezia Terme (Catanzaro), Melissa (Crotone), Brancaleone (Reggio Calabria), Bovalino (Reggio Calabria). Avviato anche il progetto che permetterà la ristrutturazione e il riutilizzo a fini sociali di un immobile confiscato alla criminalità organizzata situati nei comuni di Isola di Capo Rizzuto (Crotone).  Approvata, inoltre, la realizzazione di centri di aggregazione giovanile. Di questi, tre riguardano la provincia di Catanzaro e, in particolare, oltre alla città capoluogo, i comuni di Soveria Mannelli e San Vito sullo Ionio. Infine, è stata ammessa a finanziamento la proposta presentata dall’Agenzia delle Dogane, diretta al rafforzamento dei sistemi infrastrutturali di security nell’area ampia di Gioia Tauro.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?