Salta al contenuto principale

Allarme vaccino antinfluenzale anche in Calabria
Più di 100mila dosi bloccate prima della consegna

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 17 secondi

E' SCATTATO anche in Calabria l'allarme per il vaccino antinfluenzale Inflexal V, dopo  la segnalazione della azienda farmaceutica Crucell che ha riscontrato in alcuni test potenziali pericoli in due lotti del suo farmaco, portando così il ministero della Salute alla decisione di ritirare l’intera produzione. 

Sono 112.010 le dosi di vaccino che sono state bloccate appena prima di essere somministrate ai calabresi. «Non c'è alcun problema di sicurezza perchè il vaccino non è stato distribuito a nessuno» ha spiegato a Tgcom24 da Giuseppe Ruocco, direttore generale Prevenzione presso il ministero della Salute. Secondo Gianni Rezza, direttore Dipartimento malattie infettive dell’Istituto superiore di sanità, «sono state riscontrate alcune anomalie per una possibile contaminazione con patogeni che potrebbero anche non essere pericolosi per la salute».

Parlando ai microfoni di SkyTg24, il ministro Renato Balduzzi ha invece assicurato che non ci saranno problemi di approvvigionamento e che il fabbisogno nazionale del vaccino «sarà assicurato»: «L’azienda - ha detto l'esponente di Governo - non ha proprio inviato i vaccini al controllo di Stato, cui devono obbligatoriamente sottostare tutti i vaccini prima dell’immissione in commercio nel nostro Paese. Non sono in circolazione da nessuna parte, nè in farmacia, nè nelle Asl dosi di vaccino potenzialmente a rischio, perchè mai alcuna dose è stata distribuita. In queste ore Aifa e Ministero della Salute stanno provvedendo a riorganizzare l’approvvigionamento per sostituire gli ordini». 

Redazione web

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?